Freitag, 31. Oktober 2008

I FIGLI CHE ORWELL NON AVREBBE VOLUTO .........


Nel 1948, un anno dopo il romanzo "la fattoria degli animali", esce il celebre romanzo di George Orwell, con il titolo !1984! (entrambi i libri, consiglio caldamente a tutti di leggerli).

Il romanzo tratta di un utopia negativa, dove esiste uno stato totalitario che vede e´ controlla tutti. Il grande fratello appunto!

Da questo libbro signficicativo nascono negli anni novanta, i cosidetti Reality-Show.
L'idea e´ piuttosto semplice: mettere un insieme di persone diversi in una casa, un luogo o una situazione. Dare a loro dei compiti, osservandoli sempre.
Tutto quanto trasmesso o in diretta, o in riassunti registrati e tagliati accuratamente con le scene che suscitano di piu´ il voyeurismo del pubblico.

All'interno di questi spettacoli ci sono giochi e gare per scegliere un leader del gruppo. O anche per far votare a loro stessi chi buttare fuori magari nella prossima puntata. Logicamente questo con lo scopo di vedere come reagiscono i partecipanti del gioco, sperando in piccole sensazioni come litigi e cavolate del genere. Anche puntando su chi fa´ sesso prossimamente, e con chi, seguendo con camere a infrarosse, le persone del gioco, anche di notte. Tutto cio´ naturalmete per attirare la gente a guardarli, puntando su suscitare curiosita´in loro.
Il primo di questi tipi di trasmissioni e´ stato BIG BROTHER (il grande fratello), titolo tratto appunto dal contenuto del libro di Orwell.
Poi da li´ ne seguirono molti altri. In Italia ad esempio, l'isola dei famosi, la talpa...eccetera....
Questi tipi di trasmissioni anti-culturale oggi vengono fatte in tutto il mondo. Sempre con gli stessi metodi, abbinati alle nazioni dove vengono prodotte.

Senza dubbio questo tipo di televisione contribuisce molto alla cosidetta TV-Spazzatura, e viene realizzata naturlamente solo per fare un audience maggiore.

Da queste Reality-Show, nascono personaggi che regolarmente vengono invitati in altri Show. Ecco, mentre una volta per andare in TV, dovevano essere bravi. Saper Cantare, recitare, e cosi via. Oggi prima vanno in TV grazie ai Reality-Show, da li´ poi magari imparano qualcosa. Sempre se imparano!

Tutto questo rappresenta proprio il genere di televisione che io detesto.

Sarei veramente molto curioso di vedere come reagirebbe George Orwell, sapendo che il suo libbro molto significativo, e´ stato usato per questo tipo di spazzatura che ci propone oggi la TV.
Penso proprio che si rivolterebbe nella sua tomba!








.

Kommentare:

Diliviru hat gesagt…

Yes! Reality Shows are horrible. Here in Mexico we have a lot of this garbage on TV. For this, i prefer blogging!!

Salva hat gesagt…

Ciao Dianita,
tutto e´ meglio anzi che guardare questa spazzatura in TV. Io trovo questi reality di una noia e banalita´ atroce. Non capisco davvero come la gente puo´ appassionarsi a questi Show, mah.
Saluti,
Salva

Yuya hat gesagt…

Salva, io devvo dire, che il grande fratello, per me e stato una idea geniale, mettere delle persone comune a fare un vero reality show.
I fatti sono altri, che useno questa bella idea, per manipolare queste persone dicendoli cosa devono fare, e non solo, prendere non delle persone normalissime, anzi, persone che già sanno comportarsi davanti a una telecamara. Secodo e questo che lo fa diventare spazzatura, noioso.
Si abessi rimasto como doveva eseere veramente, non era male, al mio parere.
Parlo sempre del grande fratello, altri reality, non sono reality, anche si ormai manco il GF.

Con affetto,yuya:)

Verónica hat gesagt…

Hola, Salva. Tambien comparto tu idea de que este tipo de programas de television pueden llegar a ser banales y horribles. Por qué querer asomarse dia a dia a la vida de un grupo de personas escogidas para el show? Por que eso atrae a tanta audiencia? Solo se me ocurre que uno satisface ahi, viendo estos shows, una necesidad de "mirar" en un sentido mas voyeurista, de mirar la vida ajena, de saber intimidades y privacidades... ¡y todo muy inocentemente concebido como un buen programa televisivo!!
Los libros de Orwell, ah, cuánto los disfrute leyendolos (a escondidas, pero por otra razon, por supuesto) en Cuba!
Saluti,
Verónica

PATRIA hat gesagt…

Hola salva!!! ho scperto il tuo blog
jjj no posso scrivere italiano perche quello si é pazzesco...
comunque....
continuo en el español despues de mi preambulo parlanchino...
Me ha llamado la atención tu post, in fatti, pensaba que hablabas del Orwel,un grandísimo libro con muchas lecturas aplicables a nuestra vida. en mi caso, como cubana leer 1984, es revivir mis vivencias solapadas e incomprensibles, sin formas ni color hasta tanto mi rutina no se vió perfectamente reflejada en la obra. Es una locura pensar que escapamos a esa gran lente indescriptible de lo impredecible, pues allá donde estemos no escapamos de la censuram ni la casualidad ni el aplastamiento de una masa borrega que nos corta la cabeza a los mas grandes.
Realits show, series estúpidas para gente estúpida. ¿que aprendemos de ellas? la conspiracióin de los enanos sobre la honradez, la mentecatería de los pequeños que prefieren el valle a al pico de la colina porque eso conlleva a esfuerzo. Hoy no podemos ser diferentes, ni inteligents, porque es casi inadaptable a estos tiempos donde la mediocridad y la estupidez son reyes del mambo.
Lo más triste es que el fenómeno cada vez es acatado com una normalidad.
Yo también recomendaría la lectura de 1984, como Rebelión en la granja, Un mundo Feliz, El abogado... lecutras que nos pintan en nuestras pequeñeces tal y como somos... y en lo ridiculo que es lenvantarnos un día kafkiano y vernos convertidos en meras cucarachas.

salutti!!! espero que hayas entendido mi español...

Salva hat gesagt…

Yuya, diciamo che piu´ che geniale e´ stata un idea strategica portata in Europa da John de Mol (Endemol). Ma l'idea non e´ nuova. A parte il libro di Orwell, ha dato spunto a questa idea un film degli anni ottanta con il titolo "RUNNING MAN" che aveva come protagonista Schwarzenegger. Lui che doveva fuggire con dei Killer dietro. Tutto trasmesso live da un Show televisivo. Il Film (non un gran che´) era preso dal Romanzo di Stephen King. Il quale si e´ ispirato appunto a Orwell. Ma anche questo fu´ ispirato al film tedesco "das Milionenspiel" del 1970. Usava la stessa utopia, e mirava nella trama alla voglia di sensazione degli spettatori. Come vedi, i Reality di oggi sono simili ;)
Sono daccordo comunque che usano personaggi che sanno muoversi davanti alla camera. Per me in realta´ seguono anche copioni degli autori.
Vabbeh, ma per quel che mi riguarda tanto, io non li seguo mai, mi annoiano a morte lol :)

Con affetto, Salva :)

Salva hat gesagt…

Ciao Veronica,
infatti mirano solo sul voyeurismo della gente. E quando rischiano di perdere audience, fanno di tutto per creare tensione, in modo che le persone costretti dalla loro curiosita´, seguono. La curioista´, sulla privacy altrui, esatto Veronica! Come nella vita di tutti i giorni, mirano su quello!
Il fenomeno strano e´ per me, che chi segue questa immondizia televisiva, dopo alcun tempo parla dei partecipanti dei Reality-Show come se fossero persone che conoscono realmente.
Una volta un amica mi disse: "Ieri Katia ha fatto questo e quato"! Ho chiesto, chi diavolo e´ Katya???? E questa mi fa´, "ma come Salva? dove vivi? e´ la bionda del grande fratello"!!!!!
Mah, inconcepibile per me come ci si puo´ perdere dentro una roba del genere!!

Saluti,
Salva

Salva hat gesagt…

Hola Patria, benvenuta nel mio Blog :)

Infatti parlo di Orwell, e su come hanno approfittato della sua visione utopica (che tanto utopica poi alla fine non lo e´ piu´).
Sono daccordo! io dico sempre: il cattivo gusto e´ proprieta´ della massa!!!! Questo si vede in molte coes: letteratura, musica, film...eccetera....
E´ purtroppo e´ su quello che mirano i produttori televisivi! Sollecitare la massa per fare molta audience televisiva! Anche perche´ e´ piu facile creare spettacoli banali come i reality show. Piu´ facile per chi li crea!
Lo spirito di Orwell comunque non viene rappresentato assolutamente con queste immondizie TV.
Orwell era un genio! un osservatore critico e´ un visionario, che ha condiviso avvertendoci di cio´ che non deve mai succedere. Il suo ANIMAL FARM, e 1984 sono piu´ attuali che mai. E purtroppo in alcuni paesi o nazioni, anche una brutale realta´!

Saluti,
Salva

GaviotaZalas hat gesagt…

Tengo pendiente leer ese libro, ahora ustedes me han dado más razones para hacerlo lo antes posible..saludos

pd: en general odio la TV la veo como otra forma de dictadura en la democracia,,,soy un poco paranoica quizás...;-)))

Salva hat gesagt…

Ciao Gaviota, nono, non sei paranoica, fidati :) E´ proprio come una forma di dittatura, solo meno trasparente per la massa, purtroppo.

Il libro: e´ uno di quelli che lo leggi e non lo dimenticherai mai!

Sempre un piacere averti qui Gaviota :)

Saluti,
Salva

Anonym hat gesagt…

La ringrazio per Blog intiresny