Freitag, 6. Februar 2009

È TUTTO COSI FACILE??







Da ragazzino, ascoltando gli adulti che parlavano tra di loro, afferrai una frase che mi fece riflettere molto anni dopo. Perché dipendentemente da situazioni ed esperienze con persone, mi tornava in mente sempre.
La frase era la seguente:
LE PERSONE SONO FACILE DA CALCOLARE, TUTTI!

Oggi, piú che prima, mi rendo conto del significato di queste parole.
Ogni persona é un individuo unico, con il suo carattere, il suo modo di pensare, il suo stile.
Eppure, il comportamento collettivo, le reazioni generali, sono sempre uguali. (Almeno cosi farebbe pensare quella frase).

Reaggiscono uguali a determinati imput. Reazioni calcolabili in tutti, con le stesse perspettive da aspettarsi, senza grande differenza.
Esempi per questa teoria possono essere tanti. Dall'esempio piú banale, singolo, elementare, fino all'esempio piú complicato.

I mezzi o modi, sono alquanto diversi, come anche i tempi.

L'intenzione é manipolabile in diverse circostanze, rendendo cosi il chiedente, da protagonista della situazione desiderata.

Ecco, la vita sarebbe molto facile, se fosse cosi scontato gestirla.
Invece capita spesso che una situazione si trasforma in un anomalia.
E qui entra una famosa frase in scena, per colui che verrá colpito da una situazione del genere: MI É CROLLATO IL MONDO ADDOSSO!
Una frase che spiega la l'inaspettata situazione atroce.

Magari una cosa che si desiderava, la quale era diventata scontata, quindi gestibile a piacere nostro, da un giorno in un altro diventa una cosa irragiungibile per diversi motivi. E chi subisce questa situazione, diventa privo di orientamento in quel momento. Non si arriva a capire cosa sia successo, quali prossimi passi saranno quelli da prendere.
Uno stato di trance totale, dove la quotidianitá della vita diventa senza alcuna importanza.
Vuol dire, che dove prima ci si poteva muovere con soddisfacente leggerezza, perché si era felice, sicuri di se, sicuri di essere vicino alla desiderata felicitá.
Da un momento che la situazione si riempie di tensione, ci si deve muovere con i famosi piedi di piombo. Questo perché ogni piccola frase o parola espressa senza cattive intenzioni, puó diventare per chi si vuole riconquistare, materiale in piú per costruire il muro che stá tra noi, e la persona desiderata, e anche ancora piú alto e insuperabile di prima!

Diversi fattori come influenze esterne, condizionano la negativitá e rendono la situazione ancora piú pesante.

Quindi il detto o la frase del titolo di questo post, diventa cosi di poco valore. Perché ci si trova a tutt'altro di cio che la frase del titolo ci voglia suggerire.
Cioé, facilitá nel gestire persone, o rapporti umani.

Alla fine tutto questo ci fá capire solo una cosa.
Che la vita nel suo insieme, non é facile da superare, come alcuni vorrebbero credere.
Bisogna lottare sempre purtroppo. Essere sinceri con se stessi, e non lasciarsi giudare fuori strada da altri.

La propria felicitá forse la si trova solo cosi.
Consigli di altri vanno bene, ma alla fine ció che ci rende felice, dobbiamo scoprirlo noi, ognuno di noi, a costo di non accontentare ció che altri si aspettano, nei passi futuri che faremo.
Anche a costo di essere giudicati male.






.

Kommentare:

Diliviru hat gesagt…

Definitivamente la vida no es fácil si no que sentido tendria... El arte aqui es encontrar la forma de salir avante con las situaciones que se presenten y los obstaculos que haya.

Pero se hace mas fácil con amigos como tu.

Diana

Salva hat gesagt…

Grazie Diana.

infatti questo dicevo. Nonostante consigli e direttive, la vera via bisgona prenderla da se stesso. Anche contro opinioni e decisioni altrui.

Non é facile, ma bisogna fare cosi secondo me. Altrimenti rimangono sempre i dubbi.

Saluti,
Salva

GaviotaZalas hat gesagt…

molto bello e saggio il tuo post.
penso tante cose partono di nostro stato mentale, oggi per esempio e tornato un sole splendente che di sicuro mi aiutara a affrontare positivamente la giornata, invece ieri qualunque cosa me sembrava triste....saluti a tutti due

Salva hat gesagt…

Ciao Gavi,
si, intendo perfettamente quello che vuoi dire. Pure io questo fine settimana vedevo solo nero, perdendomi in ricordi, non brutti, anzi.... ma ti rendono immobile, perché non si sá a volte i passi da fare futuri, o meglio, se farli, se trovi porte aperte o chiusi.

Sono daccordissimo con te!

Un abbraccio da questa cittá grigia per adesso che si chiama Colonia,

Salva :)