Samstag, 23. August 2008

MASSIMO TROISI - IL POSTINO



Massimo Troisi, un genio del cinema di qualita´ italiano.
Scomparso nel 1994, solo dopo 24 ore dopo aver terminato il capolavoro "IL POSTINO".

Era un comico, sceneggiatore, regista e attore italiano. Un grande amico di Roberto Benigni.

Il POSTINO e´ uno dei piu´ bei film, che io personalmente abbia visto in vita mia.
Troisi interpreta li il ruolo del postino, innamorato della bellissima Beatrice (interpretata da Maria Grazia Cucinotta), per la quale non ne ha il coraggio di rivelarle il suo amore, non trovando le parole giuste.
Dopo l'incontro col famoso poeta Pablo Neruda (Philippe Noiret), impara da lui la bellezza della poesia, aiutandolo cosi a conquistare il cuore della bella Beatrice.

Una storia semplice. Ma e´ proprio questa semplicita´ che colpisce direttamente nel cuore.

Il film l'avevo visto durante sua uscita anni fa´. L'ho rivisto questi giorni e mi ha affascinato come la prima volta che lo vidi. Un film che mi fa venire la pelle d'oca ogni volta che lo vedo. Forse uno dei piu´ poetici film.

A volte sono le storie semplici ai quali uno ci si riconosce.
Assolutamente uno dei piu´ grandi capolavori del cinema italiano.

Questo film ha rubato il cuore all'Italia.

Ci sono film che nella vita bisogna assolutamente aver visto. Come ad esempio "La vita e´ bella" di Benigni, o "cinema paradiso" di Giuseppe Tornatore. "IL POSTINO" e´ uno di questi film. Consiglio a tutti di vederlo.

Il trailer del film



Mario scopre la bellezza della poesia, attraverso Pablo Neruda



La conquista di Beatrice



Una delle piu´ belle poesia di Neruda usate nel film


.

Kommentare:

Verónica hat gesagt…

Hola, Salva. He visto tambien esta pelicula "El cartero", en espanol, y recuerdo que me gusto muchisimo. Coincido contigo, la pongo tambien en la misma linea que Cinema paradiso y La vida es bella.
No se me olvida la mirada del actor, con una profundidad y sorpresa de nino, ante el amor.
Saludos,
Veronica

Salva hat gesagt…

Ciao Veronica, si, il postino fa´ senza dubbio parte di questi grandi capolavori del cinema.
La sensibilita´ di Troisi nella sua interpretazione e´ sepmlicemente insuperabile.
La fine fa gelare il sangue, quando il poeta vede il figlio del postino.

Saluti,
Salva