Mittwoch, 5. August 2009

ART OF FIGHTING

.









Oggi venni chieso da un allievo che pratica da poco l'arte marziale che insegno, se si puo definire uno Sport.
Una domanda che ci viene posta spesso da allievi o interessati.
Uno sport dal punto di vista fisico sicuramente. Ma non uno sport dal punto di vista di regole. Appunto per questo non si pratica sui Ring. Anzi, non lo si puó praticare!
È tutto basato esclusivamente sull'autodifesa personale!

Brevemente la storia o legenda su come fu fondata quest'arte:
300 anni fá una ragazza in cina, chiamata Bella Primavera, veniva molestata da un uomo.
Una maestra di quest'arte volle aiutare la ragazza, e le insegnó cosi il suo stile di combattimento, basato tutto sulla morbiditá attraverso il tatto, e la pressione in avanti nel medesimo tempo! Si prese cura di lei facendola abitare con sé, lontana da chi la minacciava.
La ragazza imparó molto rapidamente i vari movimenti nel giro di soli tre anni, riflessi e reazioni da poter applicare in caso di difesa.
Dopo tre anni, la maestra rimandó la ragazza nel suo villaggio.
Cosi la prossima volta che l'uomo iniziasse le sue avance, la ragazza lo sfidó a combattere. Se lui dovesse vincere la sfida, lei cederebbe.
L'uomo sottovalutó la ragazza. Lo sconfisse in pochissimi attimi, buttandolo per terra.
Dopo questo sollieve, la ragazza continuo a sviluppare l'arte di combattimento imparata portandola alla perfezione.




È tutto basato solo sul combattimento diretto. Con tutte le fasi possibili che possono avvenire in una situazione di stress.

combattimento a lunga distanza (gambe)
combattimento a media distanza (braccia e mani)
Combattimento a corta distanza (Gomiti, ginocchia)
Combattimento a cortissima distanza (Clinch)
Combattimento al suolo (lotta a terra)

Poi diverse applicazioni con bastoni e coltelli (come difendersi da tali armi)


Il principio é quello dell'acqua, un continuo andare avanti seguendo la legge della funzionalitá del cuneo, adattandosi all'avversario. Non con forza, ma con pressione controllabile da poter assorbire gli attacchi.

Uno stile creato da una donna 300 anni fá, che funziona peró molto bene contro chi ha piú forza.
Peró piú di un combattimento. I movimenti e principi di applicazione, derivano puramente sulle sue filosofie.
1. se la via é libera, vai avanti
2. rimani in contatto con l'avversario
3. se l'avversario é piú forte, modera la forza
4. sé l'avversario si ritira, seguilo!

Quattro principi che si potrebbero tranquillamente applicare nella vita reale, tipo:
nel mondo del commercio, o in un progetto mirando sulle possibilitá e mezzi offerte. E in varie altre situazioni naturalmente.

Non si tratta di un arte che mira sull'estetica e sull'acrobazia. Si concentra solo ed unicamente nella sua applicazione sulla funzionabilitá in caso di necessitá di autodifesa!





Qui sotto una demostrazione che mostró alcuni anni fá il fratello del mio maestro, dove dimostra varie e possibili applicazioni.







.

Kommentare:

Hernan Rodriguez hat gesagt…

Ciao salva sta buona la dimostrazione,creddo che e molto instruttiva per tutti noi come sport, sobre tutto alle donne le ppuo servire tantissimo, non creddi?
un abbaccio.
Hernan.
fra un mi ci metopure io ,ah,aha,aha,ha.

Salva hat gesagt…

Si, é stato creato da una donna, e naturlalmente anche adatto per difendersi le donne.

Saluti,
Salva

Diliviru hat gesagt…

Y yo que quiero aprender Artes Marciales, no te puedes venir a Mexico y pones tu escuela? jiji.

Besos

Salva hat gesagt…

eheheh Dianita,
Mexico é troppo lontano per me sinceramente. Peró mi piacerebbe conoscere il vostro paese magico. E in quel occasione, perché non dare un paio di lezioni di autodifesa? magari dopo un paio di Tequila :))))

Besos,
Salva