Dienstag, 16. Juni 2009

QUANTO ZUCCHERO?

.









Dopo tre settimane intense di Sport, ginnastica, yoga, Jogging, questa settimana ci stiamo dedicando alle scienze alimentari. Un ottima occasione per me per curarmi lo strappo muscolare che mi presi circa 3 settimane fa al polpaccio destro. Nonostante il medico mi aveva proibito di fare sport, partecipai ugualmente appunto perché non voglio allungare i tempi di studio.

Lo studio al quale sto partecipando é completo come materie. Dall'anatomia, basi mediche e analisi, diversi tipi di massaggi e cosi via, ci dedichiamo naturalmente anche allo studio dell'alimentazione corretta, e su come il corpo reagisce nutrendolo.

Oggi abbiamo un pó analizzato diversi tipi di alimentari, e la quantita di zucchero che contengono in realtá.
Le due foto che feci (purtroppo non di alta qualitá) dimostrano la quantitá dello zucchero in ogni prodotto raffigurato.

Notate la quantita nelle bevande, si tratta di bottiglie piccole, e notate quanto zucchero contengono giá dentro.
A volte riguardo il té, in questo caso del marchio NESTLE, ci si pensa di preferirlo piuttosto ad una Coca Cola, appunto perché attribuiamo al termine Té qualcosa di salutivo. Beh, un té piuttosto zuccherato in questo caso, no? ;)


Certo, direte sicuramente che sapevate giá queste cose. Ma nonostante questo, mi é sembrato abbastanza importante portare alla memoria la quantitá di zucchero che uno prende a volte senza pensarci molto, o che si danno ai bimbi e ragazzini.
Verissimo é che l'essere umano ha bisogno di zuccheri. O carboidratici, che vengono poi trasformati in zuccheri per dare energia al nostro corpo, che poi vengono bruciato durante lo sport (con sport s'intende costante movimento). Ed é sicuramente anche verissimo che bimbi hanno bisogno di zucchero, anche molto di piú di noi adulti.
Pero´ sicuramente non la quantitá che ci propone l'industria alimentare, o meglio, che ci nasconde, publicizzando i loro prodotti come salutivi e rinfrescanti che ci diano energie!

Avete fatto caso sulla foto ai cereali? si tratta di piccolissime porzioni. E gia in queste piccole porzioni, vedete sulla foto quanto zucchero contengono?

O guardate il buddino e il mini-yogurth. Un mini-yogurth gia contiene tre cubetti di zucchero. Equivalente ad un cucchiaio grande.

Trovo che sia da irresponsabili da parte dell'industria. E non di certo perché lo zucchero ci vuole, ma sopratutto perché lo zucchero (come materia prima di produzione) non costa quasi niente a loro, perché appunto sovvenzionato dai vari stati. E per l'industria un ottima materia prima per ingrandire la massa di produzione dei loro prodotti, a costo della nostra salute ;)

Buon appetito;)




























.

Kommentare:

Diliviru hat gesagt…

Hola! Mira que tema tan importante has tocado, le has quitado la máscara a esos alimentos que creemos inofensivos, y hasta saludables.
Hasta ahora pude pasar bien a conciencia a leerte, han sido dias duros...

Un beso

Salva hat gesagt…

Ciao Dianita,
si, ho voluto postare queste foto per far notare come non ci si puó fidare degli alimentari senza un attenta osservazione prima di consumarli.
Come dice il vecchio detto:
fidarsi é bene, controllare é meglio:)

Un piacere rivederti qui Diana. Spero avrai piú relax adesso.

Besos,
Salva

__MARÍA__ hat gesagt…

Es cierto, hay muchos alimentos que tomamos y creemos que no contienen azúcar con el peligro que eso conlleva...
De hecho hay casos de diabetes infantil mucho más numerosos que hace unos años.
¡Buena entrada!
Saludos

Salva hat gesagt…

Ciao Maria,

si, visto che lo zucchero costa pochissimo per le industrie, cosi come scrissi, viene ben e volentieri usato per espandere la produzione in molti alimentari.

Un esempio banale, o meglio un esperimento:
Un bicchiere di acqua semplice di 400ml, due cubetti di zucchero, e giá risulta dolcissimo!!
Aggiungi del succo di limone spremuto fresco, e ottieni una limonata non molto dolce. Il limone ci dá la sensazinone di poco zucchero, mentre in realtá non lo é;)
Questi trucchetti le industrie li usano per moltissimi prodotti. Alla fine a costo della nostra salute.
Come dici tu: malattie che prima risultavano impensabili o rarissimi per bambini, oggi si notano aumenti drastici nelle statistiche!!!!

Un saluto da Colonia Maria,
Salva :)